Virginia è del Movimento, non si è piegata al malaffare e combatte.

di Alessandro Di Battista:

Se avesse detto SÌ alle Olimpiadi di Caltagirone oggi sarebbe l’eroina del sistema. Se avesse chiuso un occhio davanti al crimine organizzato (leggete quel che dice Nicola Morra sui clan mafiosi a Roma) oggi vivrebbe più tranquilla. Se fosse stata una del “sistema” Zingaretti avrebbe scritto un’ordinanza più bella della Divina Commedia e gli impianti del Lazio starebbero tutti a lavorare alla grande. Se fosse stata una del “sistema” i giornali non l’avrebbero mai descritta come una volgare messalina. Se la condanna che si è beccato Sala fosse arrivata a lei orde di pennivendoli sarebbero andati a citofonare casa per casa per informare i cittadini descrivendola come una ladra. Se fosse stata una del “sistema” i giornaloni non avrebbero mai pubblicato 324 articoli su Spelacchio è così pochi sull’abbattimento delle villette dei criminali. Se fosse stata una sindaca del PD la Rai avrebbe già mandato in onda una fiction su di lei. Ma è del Movimento, non si è piegata al malaffare e combatte. E tutti, ma dico tutti, si sono messi in testa di buttarla giù. Coraggio Virginia, siamo tutti con te!