Salvini

C'è stato un malinteso

Di Angela Bosco: C’è stato un malinteso Se invece di parlare tramite battute in TV, si fossero messi l’uno davanti all’altro,de visu, e si fossero detti la verità….questo governo non avrebbe visto la luce del sole…e nemmeno quella delle stelle. Cosa è successo ? Il barbaro padano, questo appellativo gli dà un’aria da statista superiore al semplice Salvini l’ammazza cibo, ha pensato “ mo’ lo faccio fesso io a Giggino. Intanto gli dico di si a sto contratto ,eppoi una manina per volta, un emendamento quando serve, una mazzetta quando capita e una, consulenza a qualche amico di “famigghia” lo porto nel mio terreno e finalmente sti grillini la piantono con la fisima Onestà Onestà”.

SIRI fortunatamente stoppato dal M5S.

il sig. SIRI ha tentato con insistenza di far passare gli emendamenti a favore dell’amico ARATA: con un primo colpo al Ministero dello Sviluppo, ma viene stoppato dal Ministro Di Maio (M5S) con un secondo colpo, (tramite i suoi colleghi senatori leghisti), ripresentando l’emendamento al Senato, ma ricevendo il parere tecnico NEGATIVO del Ministro Costa (M5S) con un terzo colpo, la Lega, nonostante il parere negativo dei tecnici, ripresenta l’emendamento, che però viene stoppato da colui che vaglia gli emendamenti, cioè, il Ministro Fraccaro (M5S).

C’era una volta un palloncino floscio, di un colore verde scialbo

Di Alberto Giardini C’era una volta un palloncino floscio, di un colore verde scialbo e viveva annoiato in una zona arcaica e sorniona del nord chiamata Legalandia. Trascorreva le giornate nell’ammirazione contemplativa di 5 stelle alte nel cielo. “Come brillano!” pensò con occhi lucidi, “Vorrei tanto luccicare quanto loro!”. Fu così che inizio ad inglobare aria a più non posso, aria fritta, s’intende! E salì altissimo nell’aere, un verde pallone gonfiato, enorme, smisurato e più saliva e più risplendeva di luce riflessa dalle 5 stelle; riuscivano a vederlo a kilometri di distanza pure al sud e l’incanto era grande per quanto inusuale.

Caro Salvini, fa l’omm

di Conny Giordano Te lo dico in dialetto, nella mia lingua: il napoletano. Un dialetto parlato da gran parte di quei cittadini che oggi ti permettono di fare il ministro dell’Interno. Ma, il tuo ministero non può essere una minaccia. E, i sondaggi non possono essere un arma da puntare contro gli Italiani, minacciando un giorno sì e l’altro pure di far cadere il Governo. Stavolta, dopo la TAV, il motivo è ancora più ridicolo: difendere il Sottosegretario leghista Armando Siri, accusato di corruzione.

Salvini aggredisce la Raggi

di Tommaso Merlo A Salvini di Roma non gliene fotte nulla. L’ha sempre denigrata prima di convertirsi a patriota de noialtri. Quello che vuole sono i voti dei romani per le europee. Milioni di voti. E per ottenerli è disposto a tutto. Anche a speculare sticoso. Altro che idiozie elettorali. Altro che tweet per eccitare le solite curve. Sacrificio, costanza, serietà. Una sfida durissima anche perché significa cambiare il modo di pensare dei cittadini.

il Padano e la leadership del minestrone a centro destra

di Claire Felugo È da oggi pomeriggio che mi frulla un pensiero in testa. E se Salvini stesse facendo queste sceneggiate da smargiasso arrogante perché il nano mafioso di Arcore è ormai fuorigioco a causa della salute, e lui, il padano tutto rutti e ndrangheta, deve assumere la leadership di tutto il cdx? Voglio dire, se il Caimano muore da un momento all’altro, e potrebbe capitare, chi si mette a capo di FI?

Il Narcisista

di Bruna Ambra Scapigliati: Da Wikipedia: “Il narcisismo è un termine che presenta una vasta gamma di significati, a seconda che venga utilizzato per descrivere un concetto centrale della teoria psicoanalitica, un disturbo mentale, un problema sociale o culturale, o più semplicemente un tratto della personalità. Ad eccezione del narcisismo secondario (o sano amor proprio), il termine viene solitamente usato per descrivere un certo tipo di problema in una persona, legato alle relazioni di gruppo, con se stessi o con altri.