IL MINISTRO DELLA PAURA

di Ornella Fallani

ECCO COME FUNZIONA LA MACCHINA INFERNALE DELLA PROPAGANDA LEGHISTA: LA “BESTIA”

Dietro Salvini c’è Luca Morisi. Quando il leader leghista (o presunto tale) parla, ripete a pappagallo le istruzioni del suo stratega.

Ma non c’è solo il lavoro dello spin doctor, dietro il successo mediatico del “Capitano”. La Lega a tal fine ha creato “la Bestia”, un sistema che controlla le reti social di Salvini e analizza quali sono i post e i tweet che ottengono i migliori risultati, e che tipo di persone hanno interagito.

Un esempio: pubblicano un post su Facebook in cui si parla di immigrazione, e il maggior numero di commenti è “i migranti ci tolgono il lavoro”? Il successivo post rafforzerà questa paura.

La Bestia nasce dal team di SistemaIntranet di Mantova, dalla mente di Luca Morisi, socio di maggioranza dell’azienda, e Andrea Paganella.

Morisi è lo spin doctor digital della Lega, di fatto il responsabile della comunicazione di Salvini, ed è lui il vero artefice di qualunque cosa dica o faccia il suo capo. O il vero capo è lui? Probabile.

All’inizio si trattava di un semplice tool di monitoraggio e sentiment. Poi si è raffinato, con l’analisi dei post di Facebook e Twitter e la sinergia con la mailing list.

Come funziona l’analisi dei dati, su cui si basa la strategia?

A livello di dati, la Bestia non butta via nulla: tutto viene analizzato per stabilire la strategia futura, assieme alla società di sondaggi SWG e a Voices From the Blogs (azienda di Big Data Analysis).

I loro report, su tutti quelli del professore Enzo Risso, sono analizzati attentamente dal team della Lega, composto da Iva Garibaldi, Alessandro Panza, Giancarlo Giorgetti, Alessio Colzani, Armando Siri e altri.

Ecco cosa c’è, dietro Salvini. Ecco chi comanda davvero, nella Lega: Luca Morisi e la sua Bestia!

(grazie a Alessandro Orlowski per le info tecniche 🙏)

Stefano Chirico M5S