Entro settembre tutte le aziende sanitarie dovranno aver approvato

di Claudia Cucuccio:

Il ministro della Salute Giulia Grillo sta lavorando a ritmi frenetici per riuscire a riportare la Sanità pubblica a livelli decenti. Sta lavorando su più fronti ovviamente, in uno dei settori più disastrati del nostro paese. E ha tutto il mio appoggio e la mia stima, perché fare le cose bene richiede tempo e fatica, oltre che capacità che non le mancano.
I risultati si vedranno: sarebbe bello avere bacchette magiche chiaramente, ma lei non ne ha, perciò facciamola lavorare.
Il ministro sta cercando per esempio di risolvere in modo strutturale lo scottante problema nazionale delle liste d’attesa. E ci sono grandi novità in proposito.😊
Oggi in un video, stanchissima ma soddisfatta, Giulia Grillo infatti ha dichiarato quanto segue:

“Dopo aver fatto il piano nazionale di Governo delle liste d’attesa che è stato approvato poi in conferenza Stato-Regioni a febbraio, l’altro step nazionale che mancava era l’istituzione dell’Osservatorio sull’attuazione del Piano nazionale delle liste d’attesa.

Questo Osservatorio – costituito dal Ministero, dai rappresentanti delle regioni, dall’Agenas, dall’Istituto Superiore di Sanità, da Cittadinanza attiva (che oltre ad averci aiutato a lavorare su questo piano, rappresenta anche l’occhio del cittadino, che verifica appunto che cosa stiamo facendo e a che punto siamo arrivati) – ha proprio la funzione di verificare che questo piano venga attuato a livello regionale e quindi anche a livello aziendale. Oggi è stato importante averlo finalmente istituito, è la prima volta nella storia.

A breve, entro settembre, tutte le aziende sanitarie dovranno aver approvato (alcune lo hanno già fatto) i piani aziendali di recepimento e da lì cercheremo di capire quali cose si riescono a fare subito, quali quelle che riescono meno e quali quelle per cui saranno necessari ulteriori interventi.”