CODICE DELLA STRADA M5S

Di Paolo Ficara:

CODICE DELLA STRADA, M5S: con nostre modifiche piu’ sicurezza e sostenibilita’

Oggi in Commissione Trasporti abbiamo approvato il testo con le modifiche al nuovo Codice della strada, che adesso arrivera’ al voto in aula alla Camera per la prima lettura.

Un testo innovativo in cui abbiamo cercato anche di recepire le sollecitazioni delle opposizioni per ottenere un risultato largamente condiviso. Vengono inasprite le sanzioni per chi usa impropriamente il telefono durante la guida, il conducente di autovetture sara’ sanzionato insieme al passeggero se quest’ultimo risultera’ senza cintura perche’ ritenuto corresponsabile della condotta scorretta. Allo stesso modo per i motoveicoli e i ciclomotori, il conducente sara’ ritenuto responsabile del mancato uso del casco.

Per favorire la mobilita ciclistica quotidiana, i Comuni potranno istituire alle intersezioni semaforiche una striscia di arresto per i ciclisti avanzata rispetto a tutti gli altri veicoli. Inoltre, le amministrazioni potranno consentire la circolazione dei ciclisti nelle corsie preferenziali riservate al trasporto pubblico locale e in alcune strade sara’ segnalato il doppio senso ciclabile.

Diamo la possibilita’ ai Comuni di predisporre “parcheggi rosa” riservati alle donne in gravidanza o con figli fino a 2 anni. Rendiamo gratuito per i disabili la sosta sulle strisce blu e al contempo aumentiamo le sanzioni per coloro che occupano illegittimamente gli spazi loro riservati o in corrispondenza degli scivoli.

Riteniamo inoltre essenziale garantire la massima trasparenza sui proventi delle multe e semplifichiamo le norme sulla verifica della documentazione relativa al possesso della patente e del libretto di circolazione permettendone il controllo da remoto.
Infine, tra le misure inserite, anche quella che limita il servizio di piazza con animali, le cosiddette botticelle, con la possibilita’ di riconvertire le licenze in altri titoli autorizzativi.

Tutto questo va ad inserirsi al lavoro gia’ fatto in favore di una mobilita’ sostenibile e moderna. Adesso tocca all’aula!