Franco Ferrari

Caro selfini, se i leghisti si svegliano, ti rincorrono con i forconi.

Di Franco Ferrari: 30 Aprile, mi trovo in una conferenza sui nuovi materiali,e sulla commercializzazione internazionale. Hotel Sheraton di Tunisi, conosco il ministro del commercio, il ministro dell’industria, i quali tengono la conferenza e, scappano, letteralmente. Arrivano il ministro Di Maio, ed il Presidente Giuseppe, così lo chiamano, confidenzialmente. Ne parlano come di due persone rispettabili, con deferenza. Ecco cosa sta accadendo nel mondo, verso questo governo, si rispetta. Mentre in Italia si certifica la caduta della credibilità internazionale, da parte della stampa, asservita a lobby’s e poteri “forti”, talmente deboli, che non riescono a vincere contro l’onestà.

Quando pensate a Roma, sappiate che essa é grande

Di Franco Ferrari: Ho voluto mettere in pratica ciò che ho scritto ieri su Roma. Ho preso la metro e sono sceso a Colosseo. La calca del giorno di festa. Il cielo grigio chiaro, una temperatura piacevole sul viso, una luce non troppo forte per i miei occhi chiari, ed un tuffo al cuore, non appena si esce dalla stazione. Niente. Non so come mai, ma, ogni volta, ho un colpo al cuore davanti alla maestosa bellezza di questo anfiteatro.